Touba Zingonia

Ascolta Touba Zingonia diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Ma non alla locanda, ad un’altra casa. È una “proposta” che ho, e che adesso non posso rivelare. Per quanto riguarda il resto, amici come sempre e se ha bisogno di me. le dirò dove mi potrà trovare, la legge è legge. e in quanto al mio silenzio: sarò una tomba. Ciò che ho fatto è stato per la simpatia per una persona, che non c’è motivo di nascondere. e per pietà di un’altra, sposata con un vecchio inutile e folle. che fa compassione. E adesso se ne vada. Sa già dove trovarmi. Che c’è madre? C’è quella. Petra, quella di Quintanar. Vuole parlarti. Parlarmi? Così presto? Che ora è? Le nove, dice che è urgente. Sembra spaventata, le trema la voce. Falla entrare. Dille di entrare. Entra. Entra, figlia. Che c’è? Che succede? Presto! È che. Ho bisogno di parlarle in confessione, Don Fermin. Sono, sono confusa. Non so se ciò che farò è un’opera buona, o un peccato. Voglio servire lei, e servire il mio padrone, e Dio. ma non so se devo. Parla! Parla! Che c’è Petra? Che c’è? Parla, per pietà di Dio! In confessione? Parlerai adesso! Signore, io. io ho promesso di dirle tutto. Smettila adesso! Parla, o ti strapperò io le parole di bocca! Signore. Ho visto con i miei occhi ciò che non credevo di poter vedere. Il miglior amico del padrone, Don Alvaro. che durante il giorno non si separa da Don Victor. entra. entra di notte, dal balcone, nella stanza della signora. e non ne esce fino all’alba. la prima notte che lo vidi. pensavo di sognare, ma era vero. Quell’infame ha perverso la signora, che era una santa. Lei aveva ragione ad aver paura! E tu? Che pensi di fare, adesso? lo? Lasciare quella casa, signore. Che devo fare? Io non voglio aiutare la vergogna del padrone con il mio silenzio. Non posso rimediare a questo, ma posso uscire da quella casa. E a te. non interessa l’onore di Don Victor? Questi sono i tuoi ringraziamenti? Signore, cosa posso fare per lui? Andandotene, nulla. Ma, mi licenziano. Chi, loro? Si, loro. Il signorino Alvaro, che è colui che comanda lì. poiché il padrone è cieco e vede solo attraverso i suoi occhi. Il signorino Alvaro mi licenziò. Ed io non ebbi altra possibilità che fare la valigia.

Telefono:+39 333 155 3404



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *