Radio Star

Ascolta Radio Star diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Chi lo sa? Non lo so. Ad ogni modo non credo che lo ami. Non è più una cosa che mi riguardi. Oh, Gilbert. Non riuscirai a prendermi. Sì, invece. No, non ci riuscirai. Sì, ci riuscirò. No, non ci riuscirai. Sto per prenderti. E poi ti mangerò. Oh, sto per prenderti. Non non è vero. Eccomi e ti ho preso! Giro giro tondo. Mi gira la testa. Oh. mi gira la testa. Ho portato Arthur a Scarborough per godere dei benefici dell’aria di mare. Non posso ancora tornare a Grassdale. Troppe associazioni dolorose. Oh, Frederick, c’è un tale senso di pietosa amarezza per la sua vita e la sua morte. Un tale struggimento per il vuoto della sua intera esistenza. Sono fiduciosa che il tempo allevierà questi sentimenti. So che devo ricostruirmi una nuova vita. Signor Lawrence, buongiorno. Gilbert? Oh, Gilbert. Non ci crederete. Mio padre ha acconsentito. Ha acconsentito al vestito, alla festa, alla riva del fiume e alla carrozza. Avremo il più bel giorno possibile. Sei pronto allora? Dobbiamo arrivare prima della sposa. Guarda, mamma. è il signor Markham. Che succede? Salve signor Markham. Non trovate che sia cresciuto? Cresciuto? Direi di sì. Presto diventerò alto quasi come voi. Più alto. Siete tornata. Sì. Vostro marito? Arthur, perché non provi a cercare di prendere questo barchetta? è morto. Tre mesi fa. Capisco. Mi dispiace. Starete a Wildfell per molto? Non lo so, forse. Pensavo di poter restare. Che cosa è cambiato? Tutto. Congratulazioni. perché? Spero sarete molto felici insieme. Oh, Helen. Pensavate. Eliza ha sposato Richard Wilson. è in estasi totale. E voi? Ho ancora i miei sogni. Mi concedereste la mano se ve la chiedessi? Come descrive il secondo matrimonio il Dottor Johnson? “Il trionfo della speranza sull’esperienza.” Avete perso la speranza? No. Ma ho acquistato in esperienza. Chiedetemelo di nuovo tra un anno. Se ancora sentite lo stesso. Un anno? Dov’è la vostra costanza? Sarò sempre costante ma. Che ne dite di primavera? No, no. Il prossimo autunno, forse. Bene. l’estate, allora? Bene, alla fine dell’estate, allora sarò soddisfatta. Ancora tremo al ricordare la voce del signor Boarham che ronza nel mio orecchio.

Telefono: 0583 492680



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *