Radio Sintony

Ascolta Radio Sintony diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.
Telefono: 070666300
Email: [email protected]

Dimentichi che sono un attore e che so soffrire bene. Ho bisogno di riprendere a recitare. È da tanto che sono sceso dal piedistallo. Sono in contatto con la Sala Mirador. È una sala piccola, di nicchia. Voglio mettere in scena Il bello indifferente, di Cocteau. Con degli uomini, per farlo più originale. Ma a essere sincero, preferisco di gran lunga il tuo testo. Dammi una copia, gliela propongo. Fermo, fermo. Allora perché lo hai scritto? Per dimenticarmi del suo contenuto, non voglio parlarne. Mi vendi il resto della bustina? Tieni. Non sono uno spacciatore. Prendila. Te la regalo. Però dosala con saggezza, le scoperte tardive sono le peggiori e ti vedo troppo entusiasta. Pensa a ciò che ti ho detto della Sala Mirador. Sì, sì. Il mal di testa è passato? Completamente. Vedi? Starà arrivando? Non lo so, te ne sei occupato tu. Non capisco, il restauro gli è piaciuto. Scusate, il bagno? Lì a sinistra. Perché non lo chiami? Ci sarà il dibattito? Sì, il regista sta arrivando. Bene. La cineteca. Dammi. Non posso crederci, fai tutto questo casino e poi non ci andiamo! Con quello che ho penato per avere la giacca! Vacci tu. Non posso andarci solo. Non voglio che mi vedano così. Così come? Non è un concorso di bellezza, è un dibattito del . Non voglio che mi vedano drogato e titubante. Una volta sul palco. ti verrà la carica. Ricordati chi eri. Era tanto tempo fa, e non mi facevo di eroina. Salvador, dove sei? A casa. Ancora? Il film è finito, il pubblico vi sta aspettando. Ah, sì? È Salvador Mallo. Volevamo venire entrambi. Alberto Crespo è qui con me. E il protagonista, Alberto Crespo. Vi va di ripetere l’applauso? Proviamo a incoraggiarli. Mi stanno sentendo tutti? Sì, Salvador. Vorrei scusarmi con gli spettatori, ma all’ultimo momento mi sono sentito male. Con me c’è Alberto Crespo. È rimasto a farmi compagnia. Vedo una mano alzata, credo ci sia una domanda per te. Ho una domanda per il regista. Signor Mallo, casa ne pensa dell’interpretazione di Alberto Crespo? Si dice che non le fosse piaciuta e che per questo vi eravate allontanati. Hai sentito la domanda? Sì, sì, l’ho sentita.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *