Radio Onda Libera 97.1 FM

Ascolta Radio Onda Libera 97.1 diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Aggiungi al tuo sito.

Sto seguendo i suoi progressi sui giornali. Jane voleva che le dicessi che le dispiace molto di non essere riuscita a venire a prendere Jenny, stasera. Ma ha chiesto a me di farlo. La vostra casa e’ sulla strada che faccio di ritorno dal lavoro. Vivo di fronte alla signora Gramercy. Lei Lei e’ l’istruttore di corsa di Jenny? Si’. Ti prego, mamma. Si’, sono io. E’ una corridora di talento. Molto promettente. Dovrebbe essere fiera di lei. Lo sono. Ok andiamo. E’ una bambina meravigliosa. Ok. La prego, dica alla signora Gramercy che vorrei che Jenny fosse a casa domenica alle in punto, cosi’ che possa fare i compiti. Assolutamente. Uno di noi due la riportera’ a casa a quell’ora, domenica sera. Ok, andiamo. Non si preoccupi. Va bene. Ciao. Mi fidavo di lui cosi’ tanto, che non ho mai capito cosa volesse fare. Respira. Una volta che avra’ iniziato, non so come dovro’ fare a fermarlo. Va tutto bene. Lo amo. E lui ama me. Non ancora. Dobbiamo fare le cose con calma. Nessun ragazzo farebbe la stessa cosa per te. Ma io non mi arrendo. Sono pronto per te. Ehi. Buongiorno. Grazie, mamma. Oh, mio Dio, mi sono addormentata. Beh, devo dire che ti trovo bene. Sto uno schifo. Oh, mio Dio, non riesco a pensare ad altro. Non riesco a togliermi questa cosa dalla testa. Credi che Bill e la signora G si siano avvicinati a me perche’ papa’, all’epoca, era un grande costruttore? No, non e’ per quello. L’hanno fatto perche’ eri una bambina diversa dalle altre, e sapevi come parlare con gli adulti. Ho ripensato alla prima volta che l’hai incontrato. Hai presente quella volta in cui venne a prendermi? Oh, non me lo scordero’ mai. Ma scherzi? Iniziai subito a drizzare le antenne. Appena andasti via con lui, corsi da tuo padre. Fiori. Gia’. Mi ha regalato dei fiori. E guarda, ha portato qualcosa anche a te. Tieni. Perche’ l’ha fatto? Sei proprio uguale a tua madre. Credi che il mondo sia pieno di pericoli. Nostra figlia passa ogni weekend a casa di una donna divorziata al suo secondo matrimonio. Nadine, di che stai parlando ora? Cosa sappiamo di lei, in realta’? E ora arriva questo Bill? Mamma, scusa. Non possiamo andare in casa? Oh, si’, certo. Scusa, e’ che Prendo io la tua borsa. Ok, grazie. Bill non aveva regalato a papa’ un fermacarte? Si’. E’ cosi’. Ma era Natale? No, non era Natale. Eravamo in autunno. Tu e papa’ dovevate andare da qualche parte, perche’ la nonna doveva rimanere con noi. Si’? Non ricordo. Non mi stava portando dalla signora G. Voglio solo dirvi che sono felice che siate tutti qui. Volevo condividere la mia fortuna con le persone a cui tengo. I miei ragazzi, e Jenny. Salute. Cosa ti stava facendo quell’uomo? Niente! Che significa “niente”? Vedrai quando lo diro’ ai tuoi genitori. Nonna lo sapeva, vero? E quindi anche tu sapevi qualcosa. Di che stai parlando? No. Beh, insomma, ha visto me e Bill baciarci, in cortile, e disse che te l’avrebbe detto. Mia madre vi vide? Non ti ha detto di averci visti mentre ci baciavamo? Disse che te l’avrebbe detto. No, assolutamente no. L’avrei ucciso. Ma ovviamente, quando ti chiedevo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *