Radio Onda Due

Ascolta Radio Onda Due diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Tel: +39 0934 382944
WhatsApp: 3398080907

Sì. Un fallimento assoluto. Tu hai una moglie? A Tokyo. Non sono fatti tuoi. No. È una situazione assurda. Se ci fossi riuscito, ti avrei comprato una radio e te l’avrei mandata. Una radio? Ne volevi una. Figurati, non ce n’è bisogno. Posso fare altri lavoretti e comprarmene una. Ho fallito. Ti lavo? Prima dovevo conoscere la zona. Ma qualcuno mi starà cercando. Ma ho comunque degli amici. Il consiglio scolastico, la PTA. Non mi lasceranno al mio destino. Dai. Ora ti lavo. Cos’è? La mia speranza. La tua speranza? Una trappola per corvi. Qui metti un’esca, e quando il corvo la prende viene inghiottito dalla sabbia. Ma i corvi sono intelligenti. La fame li rende stupidi. E perché sarebbe la tua speranza? Perché sì. Legherò una lettera alla zampa di un corvo per chiedere aiuto. Ma non verranno. Ormai sono passati tre mesi. Chi? I soccorritori. Avranno pensato che sei scappato. Che eri stanco del lavoro. Non credo. Ho lasciato il mio libretto degli assegni. L’ho lasciato aperto sulla scrivania. Chiunque se ne renderebbe conto. Ogni cosa in quella stanza grida aiuto. Lì com’è? Cosa? A Tokyo. Vai a vedere con i tuoi occhi, ho detto! È troppo. Ehi, la vostra razione! Ehi, aspetta! Aspetta un attimo! Fammi salire un po’! Trenta minuti una volta al giorno per vedere il mare? Prometto di non scappare! Venti minuti! Anche dieci! Mi sono comportato bene per tre mesi. Ora sto impazzendo. Ci penseremo e ti faremo sapere. Per favore, tanto siete sempre a sorvegliarmi. Stai lavorando troppo. Ancora venti e guadagnerò . yen. Stupida! Non voglio morire come un cane. Non serve a niente la radio. Fra presto sarà troppo tardi. Come puoi pensare che siano tuoi amici? Ma oramai ho capito. Qui bisogna pensare a sé stessi. E siamo sfruttati senza pietà, e scodinzoliamo come un cane. Ben presto potremo contare solo su noi stessi. Impossibile! C’è la sabbia! Sabbia? Che ha di buono la sabbia? Dà solo problemi. La vendono. E dove? Per i lavori in città. Scherzi? Ma è contro la legge, è sabbia salata. La vendono in segreto, a metà prezzo. Gran guadagno se poi distrugge una diga o un’altra costruzione. Sono cose che riguardano loro. Sì, è vero, riguardano loro. Ma qualcuno diventa ricco per questa truffa. Perché aiutarli? Questa associazione compra e rivende. E poi mi trattano bene. Ora la setaccio. È come costruire una casa sull’acqua. Una barca andrebbe molto meglio. Perché insistere per una casa? Tu ci vuoi tornare a casa tua, no? Ma è una cosa differente. Anche se una bugia, ti dà qualche speranza che le cose possano cambiare. Sono sempre spaventata la mattina, quando vado a dormire, che mi sveglierò ancora una volta da sola. Ho davvero tanta paura. Mettile qui. Signore, il lavoro è duro? Cosa ci fa qui? È troppo presto per la cesta. Lo vuoi vedere il mare? Sì. Per favore! Me lo farà vedere? Può darsi. Per favore. Ho imparato la lezione. Solo un’ora al giorno? D’accordo, ma facci vedere qualcosa. Uscite tutti e due, dove vi possiamo vedere. Vedere qualcosa? Lo sai bene cosa! Con la tua vecchia signora, capito no? Come questo, signore! Ne abbiamo discusso. Ci siamo accordati. Ora ti dico cosa dovrai fare. Ehi, perché ci vuole così tanto! Sbrigati! Che facciamo? È ridicolo! Ma è la mia unica occasione. Non ascoltarli. Ascolta, non prendiamola troppo seriamente. Cosa? Non siamo dei pervertiti! Chi se ne frega. Viviamo comunque come degli animali. Dai! Facciamo finta. Sei un ! ! Com’è possibile? Molto strano. Nemmeno una goccia di pioggia in più di tre settimane. Sarà la capillarità? È per questo. Se riesco a perfezionare la tecnica, avremo acqua in abbondanza. L’evaporazione porta in superficie l’umidità del sottosuolo. La duna funziona da pompa. È come se fossimo seduti su una pompa di aspirazione. Potrei trovare un sistema migliore per conservare l’acqua. È terribile, non si respira. È quasi dicembre. Come si fa. Ancora? Con il freddo il cibo scarseggia. Diventa più facile catturare un corvo. Gli uomini. A volte vorrei essere io quello che fa le trappole. Se avessimo la radio, potremmo sentire le previsioni del tempo. Ho paura. Lo risotterro mentre bolle l’acqua. Solo un altro giorno Ehi!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *