Radio Mania 88.2 FM

Ascolta Radio Mania 88.2 FM diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Aggiungi al tuo sito.

“Avremmo riempito il vuoto presente nelle nostre anime con l’amore che provavamo l’uno per l’altro. Cos’e’ successo tra te e Bill? Perche’ l’hai lasciato? Perche’ l’ho lasciato? Non lo sai? Tu sei stata solo l’inizio, Jenny. Ce n’erano molte altre. Ho provato a portare avanti la cosa, ma sono vecchia. Sono vecchia. Ma, come accade spesso, la realta’ e’ molto diversa dal sogno” Non potevo chiedere aiuto. Stavo aspettando che tu mi salvassi. Per qualche ragione, nella mia testa, non avrebbe potuto farlo nessun altro. Dovevi essere tu. Perche’ non l’hai fatto? Perche’ nessuno ha salvato me. “I colori vivaci e i nastrini “che avevo usato per decorare l’immagine della signora G. e di Bill, “sparirono, e loro rimasero nudi. “Lo schiacciante peso della debolezza. “La nausea che si prova quando si scopre che qualcuno, “che all’apparenza era cosi’ forte, per poi scoprire che quella forza era solo nelle sue parole.” Grazie, Jenny. E’ una storia molto forte. Ti dispiace dirmi da dove l’hai presa? L’ho inventata. Come pensavo. Vedete, ragazzi, la finzione ci permette di vivere esperienze che sono molto lontane dalle nostre Non ti fermare, mamma. Oh, e’ uno dei miei ricordi preferiti. Durante le estati, dopo il passaggio del camioncino dei gelati, tutti i ragazzi si riunivano per sentirti suonare. Ormai le mie dita vanno per conto loro. Ho fallito. Non volevo che fosse vero. Mi sono detta che non poteva essere vero. Ho fallito nella cosa piu’ importante che una madre dovrebbe sapere fare. Proteggere suo figlio. Mi dispiace molto. Mi hai mentito. Per tutti questi anni, mi hai detto che e’ stato bello. Infatti. Mi ha fatto prendere . Un ? Credi che abbia importanza? Questo non lo rende bello. Volevi che diventassi una patetica vittima. Ma sai una cosa? Io non lo sono. Ora ho qualcosa che non ha nessun altro. Ora sono l’insegnante, non una bambina invisibile. Non ti sposerai mai. Infatti non voglio sposarmi. Ma non hai sentito quello che ho detto? Non avrai mai dei bambini. Odio i bambini. E non voglio avere dei figli, questo e’ poco ma sicuro. Ma una cosa la so per certa. Lui mi amava. Ha pianto. Ha pianto, capisci? E per anni mi ha mandato delle cartoline. Cara Jenny, com’e’ andata la festa per il diploma? Salutami i tuoi genitori, per favore. Con quello che sta succedendo in Israele Ho letto di te sul giornale, oggi. Spero tornerai a correre. Cara Jenny, sono molto orgoglioso della tua carriera. Cara Jenny, hai sempre avuto talento. Vedi? Io non sono la vittima della storia. Sono l’eroina. E’ stato lui ad andare in pezzi, non io. Non hai neanche pensato che le loro vite sarebbero continuate, senza di te. Che ce ne sarebbero state della altre. Hai fatto fermare il tempo, vero? Ma, sai, lui e’ ancora vivo, ed io sto andando da lui. No. Per la sua completa devozione verso la gioventu’ di Alexandria, vorremmo premiare William P. Allens consegnandogli questa targa di eccellenza. Grazie a tutti. Grazie. Sono davvero commosso. Sono qui per te. Ovviamente, non ce l’avrei mai fatta senza di voi, senza il vostro supporto e senza i ragazzi di questo Stato, che hanno imparato a perseverare. Si sono adoperati per raggiungere l’eccellenza, e questo misura la vostra attenzione, la vostra preoccupazione e il vostro supporto. Grazie. Grazie. Salve. Ciao. Non credo che ci conosciamo. Io sono Jennifer. Come fai a conoscere William? Era il mio istruttore di corsa. Ma certo. Mio marito e’ cosi’ lusingato dal fatto che molti dei suoi ex studenti siano venuti ad onorarlo. E’ suo marito? Si’. Vuole vuole parlargli? Magari per salutarlo, si’. E’ passato molto tempo. Ok. Come stai? Molto bene. Meglio cosi’. Sei il migliore. Sei il migliore che abbiamo. Non scherzo. Ciao, Bill. Ehi. Accidenti, quei capelli. Che bei ricci. Sta benissimo. Le ha mai detto qualcuno che ha dei capelli bellissimi? Signorina Ma stai sono Jenny. Jen Jenny Fox. Jenny. Beh, non mi sarei mai aspettato di vederti qui. Gia’, e’ stato difficile riuscire a contattarti. Jenny. Beh, li’ li’ c’e’ mia moglie Marge, che e’ come un pitbull. Si’, ci siamo conosciute.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *