Radio Linea n°1 97.6 FM Ancona

Radio Linea n°1 97.6 FM Ancona, Ascolta Radio Linea n°1 97.6 FM Ancona diretta FM Online, Radio Linea n°1 97.6 FM Ancona radio streaming On air…

Perche’ pensa di essere nell’? Non lo so, non lo so. E’ imprevedibile. Ha un effetto random. Alcune volte la dislocazione e’ solo di un paio d’ore. Altre volte e’ di anni. Aspetta, aspetta. E’ gia’ successo prima d’ora? Il telefono, per favore. Grazie. Desmond, sei ancora li’? Doc? Ehi, doc, va tutto bene? Parlagli. Non riusciro’ a trattenerli a lungo. Si’. Si’, sono qui. Ok, Desmond, ascolta. Quando mi troverai al Queen’s College, devi dirmi di configurare il dispositivo a .. Cosa? Ok, hai capito? . e deve oscillare a hertz. Hai capito, Desmond? ., oscillare a Radio Ricordati solo . a hertz, d’accordo? Un’altra cosa, Desmond Radio Se il numeri non mi convincono, devi dirmi che sai di Eloise. Calma. Calma. Chiudi il telefono. Desmond, dimmi che sai di Elo Radio Non un singolo pezzo di pensiero originale Radio Il concetto di “originale”, l’opposto di derivato. Io sono quello da impressionare, signor Hollister, e non sono impressionato. Vada. Vada a riprovaci. Scusami, sei tu Daniel Faraday? Tu sei? Scusami, sono Desmond Hume. Mi e’ stato detto che avrei potuto trovarti qui. Credo di Radio di essere appena stato nel futuro. Nel futuro? Si’. Ho parlato con te. Tu mi hai detto di venire qui a Oxford per cercarti. Hai detto che mi avresti aiutato. Perche’ non ti ho aiutato nel futuro? Scusa? Perche’ non ti avrei evitato il mal di testa da viaggio nel tempo? Sai cosa intendo? Non mi sembrava cosi’ necessario. E non credi che i miei esimi colleghi avrebbero potuto trovare qualcosa di piu’ credibile, eh? Che razza di scherzo e’ questo? Paradosso temporale Radio Cosi’ banale. Configura il tuo dispositivo a . e assicurati che l’oscillazione sia a . Ok, adesso tu Radio Tu mi dirai chi ti ha dato questi numeri. Sei stato tu. Questo e’ Radio questo e’ ridicolo. So di Eloise. CCos’e’ questo posto? Qui e’ dove faccio le cose che Oxford non approva. Ok, questa versione futura di me ti ha parlato di questo incontro, giusto? Ovvio. Quindi dovrei ricordarmi che tu saresti venuto a Oxford, giusto? Dovrei ricordarmi di questo, adesso? A dire il vero, no. No? Forse te lo sei dimenticato. Si’, giusto. Come potrebbe succedere? Quindi Radio Questo Radio Questo cambiera’ il futuro? Non si puo’ cambiare il futuro. E quello a cosa serve? Per le radiazioni. Ne prendo uno. Non ti serve. E’ per l’esposizione prolungata. Lo faccio volte al giorno. E allora in testa cosa metti? Gia’. Lei Radio Lei e’ Eloise. E quello a cosa serve? Questo, se i numeri che mi hai dato sono corretti, cio’ che fara’ Radio sara’ dislocare Eloise nel tempo Radio proprio come te. Cos’e’ successo? Aspetta, non e’ ancora tornata Radio Eccola qui. Ok Radio O la va, o la spacca. Forza, forza Radio Cosi’ Radio Ci sei Radio Si’! Ha funzionato! E’ incredibile! Scusami, cosa c’e’ di incredibile in un ratto che corre attraverso un fottuto labirinto? Cio’ che e’ incredibile e’ che il labirinto l’ho finito soltanto stamattina, e l’avrei addestrata a come attraversarlo soltanto tra un’ora. Quindi Radio Quindi l’hai mandata nel futuro? No, no, no, il suo subconscio, la sua mente. E questo come puo’ essermi d’aiuto? Tu? Aiutare te? Non capisco. Io dovrei aiutare te? Non ti ho mandato indietro per aiutare me? Non so perche’ mi hai mandato qui. Tutto quello che so di te e’ Radio che sei finito su una fottuta isola. Un’isola? Che isola? Dove? Perche’ mai dovrei finire su Radio Desmond, dammi il telefono. Ehi, andiamo. Datevi una calmata! Senti, ascolta, Daniel voleva parlare con quel tizio, quindi gli abbiamo portato il telefono, tutto qui! Hai lasciato che Faraday gli parlasse? Ha detto che poteva aiutarlo. Faraday non riesce nemmeno ad aiutare se’ stesso. Fuori, subito! Il capitano vuole parlarti. E io voglio parlare con il vostro capitano. Mi assicurero’ di farglielo sapere. Nel frattempo siediti. Devo tornare indietro. Indietro dove? Sull’isola? Ha detto che poteva aiutarmi. Ha detto Radio che mi avrebbe spiegato tutto quello che mi serviva. Desmond, puoi, per favore, spiegarmi Radio Desmond? Tu sei Desmond? Ti conosco? Sono George Minkowski, l’addetto alle comunicazioni. Prima che mi legassero qua sotto, tutte le chiamate da e per la nave le smistavo io, nella sala radio. E di tanto in tanto, si accendeva questa luce intermittente sulla mia console. Una chiamata in arrivo. Ci era stato proibito tassativamente di rispondere. E allora? Questo cos’ha a che fare con me? Quelle chiamate provenivano dalla tua ragazza. Penelope Widmore. Uh, cos’e’ successo? Uh, sei tornato. E Radio sei stato via quasi minuti. Via? Oh, si’ gia’, si’, Sei proprio Radio Puff! Sei caduto in uno stato catatonico proprio nel bel mezzo di una frase. Ti ho dovuto mettere io sulla sedia. Allora Radio Immagino che fossi di nuovo nel futuro. Gia’. Per quanto tempo? Non so Radio minuti? Perche’ continua a succedere? Uh, nel tuo caso, suppongo che la progressione sia esponenziale. Ogni volta che il tuo subconscio compie un salto diventa sempre piu’ difficile Radio tornare indietro. Farei attenzione ad attraversare la strada se fossi in te. Cosa le e’ successo? E’ morta. Questo lo vedo. Ma come? Aneurisma cerebrale, probabilmente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *