Radio Italia 1

Ascolta Radio Italia 1 diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.
Telefono: 011.216 13 80
Email: [email protected]

Lei è un po’ più matura. Pensaci bene. Io non andrò da nessuna parte. Perché ti arrabbi? Ci andrai. Ecco qui. Hai le lenzuola? Sì. E’ della nostra fabbrica. Bevi, mamma. Non pensare che io stia lesinando. Bevi, Bozek. Al nostro ospite. Stefek, presentati! Stefek. Bozek. Mamma, dacci qualcosa. Capisci l’aritmetica? Così, così. Hai sentito parlare di Mickiewicz? Un po’. Lavati le mani, prego. Ci perdoni se qualcosa non va. Non siamo di Varsavia. Siamo semplici ma buoni. Alla salute. La mamma ha ragione. Se vuoi vivere con noi, sentiti libero. Non devi pagare nulla. Non pensare che io ti stia filando. Potrei avere uomini migliori di te. Per esempio, Krema. Invece no. Non che tu non mi interessi. Però non così. Sei credente? Sì, ma non sono praticante. Alla salute. Salute. Resti qui con noi e poi scriverà da Varsavia per ringraziarmi. Dai qualche soldo a mia mamma. Puoi continuare a vedere la tua ragazza. Scriverà? Sì. Continua a vederla. Non posso competere con lei. E’ istruita e così via. Io ho un buon cuore. Che Dio ti benedica. Alla salute. Salute. Togliti. Quando mamma suona la chitarra, c’è sempre qualcuno che resta per la notte. Sembra una festa di addio. Com’è a casa di Niura? Fa caldo. In primavera qui ci sono magnolie. Che aspetto ha questa Niura? Beve. Nient’affatto attraente. Sii ragionevole. Hai paura? Perché dovrei avere paura? A meno che tu non preferisca lei. Buongiorno. Buongiorno. Quando arriva Bozek, mandalo da me. Bene. Signor Bozek, la direttrice vuole vederla. Grazie. Siediti. Beviamo del vino, Bozek. Ti sei trasferito da Niura? Sì. E la tua ragazza? L’hai scaricata? No. In qualche modo le cose si sono mischiate. Io sto a casa di Niura. Stai lì. Uno non sta a casa di Niura e basta. Hai scaricato la tua ragazza. E per chi? Per chi? E’ colpa tua. Perché hai pensato che io fossi un eroe? Io sono un mascalzone come gli altri. No! Ti aspetti troppo da me. Dopo che è successo, niente importava. Pensavo di averti persa per sempre. Ti perdono. Tu mi perdoni? Davvero mi perdoni? Ti perdono tutto. Ma non succederà più. Vedi. Noi due andiamo d’accordo. Sarebbe meglio se io cambiassi lavoro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *