Radio Fragola

Ascolta Radio Fragola diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Aggiungi al tuo sito.

Non gli diro’ niente. Lavi i panni, i tuoi panni sporchi, quelli dei tuoi genitori e di quelli prima di loro. Pensi che non sappia che cosa accade in quel posto? Ho bisogno del suo aiuto. C’e’ solo una cosa di cui sei capace e non credere che lui non lo sappia. Quindi perche’ non paghi i tuoi debiti e non te ne vai prima di causare altri guai? Non ho niente con cui pagarla. Non provarci, no! Sei piu’ stupida di mio figlio, se pensavi che potesse scappare con te. Prenda questo, allora. E’ tutto cio’ che resta di noi. Non toccarlo. Tornera’. Aspetta! Ti prego. Questo e’ tuo. Allora, te l’ha detto? Detto cosa? Oh, Sean. Nei miei sogni ho visto cose cose che non posso Qualsiasi cosa lei ti abbia detto, qualsiasi terribile cosa, e’ tutto vero. Mamma? Come potrebbe gente come noi aiutare qualcuno come lei? Non e’ che non mi dispiaccia per loro. Li ho visti quando ero nella casa per rammendare e lavare. due bambinetti, troppo piccoli per sapere cio’ che erano. Credi che due persone possano fare qualcosa di cosi’ innaturale da macchiare loro stessi e di trasferire poi quella macchia ai loro figli e ai figli dei loro figli? Erano tutti come noi, gemelli. Mia madre, mio padre. I loro genitori prima di loro, e i genitori dei loro genitori in precedenza, fin da quando siamo venuti a rinchiuderci in questo posto, affinche’ nessuno sapesse cosa siamo. Pensavo che tuo fratello potesse aiutarmi, ma nessuno puo’. Non scappare piu, Kay. Non c’e’ rimasto molto di quel traditore per cui tornare. Prendetela! Non oserai entrare qui, lurido schifoso. Non vali il disturbo. Lei lasciamola in pace, Leo, non ha fatto niente. Cosa posso fare? Coa volete che faccia? Madre. Madre! Edward? No! Che cosa ti hanno fatto? Mi avresti lasciato qui a morire. Loro sapevano che saresti tornata, torni sempre. Ho visto, Edward: Cio’ che hai veduto giu’ al lago. So che eri molto spaventato, ma mamma ci voleva liberi. Lei ci voleva liberi. Edward, c’e’ ancora una possibilita’ per noi. Edward, mi stai ascoltando? Sappiamo cosa hai fatto. Ti sei incontrata con un uomo, un contadino giu’ al villaggio, hai fatto di te una puttana. Edward! Credi che solo perche’ sei la’ fuori non possiamo vederti. Pensi che non vediamo cosa fai o cosa senti. Credi che sia questo cio a cui siamo destinati? Allora perche’ sentiamo cio’ che senti tu, perche’ sappiamo cio’ che devi fare prima che tu lo faccia? Questa casa parla con noi. Lei appartiene a noi e noi a lei. Incluso l’uccello che parla per lei. Basta! Non c’e’ nessun uccello in quella gabbia. Presto vedrai cio’ che vediamo noi. Pensi che siamo stati maledetti, puniti, ma cio’ che abbiamo e’ un dono. Lo desideri anche tu. Percepiamo il tuo anelito per il compimento, per sfamare con il tuo corpo la nostra immortalita’. Stai lontana da me. Siate buon fratello e buona sorella. Sai cosa significa per me rivendicarti. Sono gia’ stata rivendicata da quel contadino, al lago. E’ la verita’. Ho fatto la puttana con lui per liberarmi di te. Che cosa hai fatto? Puzzi di desiderio per il suo seme marcio. Non c’e’ rimasto nient’altro da fare per noi, se non morire.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *