Radio Cuore 91.80 FM

Ascolta Radio Cuore 91.80 FM diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Aggiungi al tuo sito.

Mamma, posso parlarti? Ho dormito senza l’asse. Per la prima volta dopo anni ho dormito senza la tavola. Mamma L’ouzo è una droga miracolosa? Mamma, ti devo parlare. Sei preoccupata per me. Non sono preoccupata per te. Guarda i miei capelli. Come potrei pettinarmi? Io e Paul stiamo divorziando. Divorziando? Esatto. Paul e io ci siamo lasciati. Per sempre. Tu e Paul? Non ti credo. L’hai visto andarsene con la valigia, che pensavi che ci fosse Ii dentro? So quanto è preciso, pensavo fosse la spazzatura. Mamma, io ti credo, perché tu non vuoi credere a me? Perché non ho mai visto due persone più innamorate di te e Paul. Forse era cosi ieri ma sicuramente non è cosi oggi. Non pub essere stata solo colpa tua. No? Per colpa mia tu andavi in giro senza vestiti e Paul è per la strada con l’influenza e cerca un posto per dormire. Di chi è la colpa? È tua. Vuoi sapere una cosa che ti scioccherà? Ti amo ancora. E Paul ti ama ancora. E io amo lui. Non so cosa voglia. Non so come renderlo felice. Che cosa devo fare, mamma? È la prima volta che mi chiedi un consiglio da quando avevi dieci anni. È veramente molto semplice. Tutto quello che devi fare è rinunciare a un poco di te per lui. Non rendere tutto come un gioco, la sera tardi in quella piccola stanza lassù, occupati di lui. Fallo sentire importante. Se ci riuscirai, avrai un matrimonio felice e meraviglioso. Come poche coppie fortunate. Tu sarai una di quelle, bambina. Ora vallo a cercare. Io ho un appuntamento. Zia Harriet non crederà ad una sola parola. Se non hai notizie di me prova al Nacional Hotel, Mexico City, stanza . Sei tu! Lo dubito molto. Sono venuta a cercarti. Ah, si? Beh, non mi troverai mai! II cappotto! Dov’è il cappotto? Cappotto? Non mi serve il cappotto. Siamo solo a meno quindici. Che cosa hai fatto? Che cosa ho fatto? Vuoi sapere che cosa ho fatto? Ho camminato a piedi nudi nel parco. Paul, sei matto. Indovina cosa sono? Sei ubriaco? L’hai notato finalmente! Sei uno sporco ubriaco puzzolente. Oh! Vedo che hai ancora le scarpe! Caspita, che matusa! Paul, no! Paul, stai bene? Corie, devo dirti una cosa. Dopo. No, adesso. Sono sceso dalle scale e improvvisamente ho capito. Improvvisamente, ho visto tutto chiaro per la prima volta. Mi sono detto, è una follia è una follia. È sbagliato che io me ne vada via in questo modo. C’è solo una cosa giusta da fare. Davvero, Paul? Cosa? Vai via tu! Perché dovrei andarmene io? II contratto è a nome mio. Vado a casa! Passa quando vuoi! Conosci il mio indirizzo! Dopo tutto, la casa di un uomo è il suo castello. Sono a casa, castello! Oh, oh, ancora qui? Beh Ti do Ti do dieci minuti per mettere via il tuo Pelmenchki e andartene. Stai bruciando di febbre! Che ne dici? Ti verrà la polmonite. Se ti pub far piacere. Togliti le scarpe, sono inzuppate. Non posso, ho i piedi gonfi. Non avrei dovuto lasciarti andare. Ho un’idea. Facciamo quello che dicevi prima, svegliamo la polizia, e chiamiamo i vicini. Questa palazzina è sotto arresto! Tutti fuori! Paul, vuoi metterti a letto? Prima tu. Stai male. Non cosi male. No, smettila. Smettila! Lo intendo, smettila. Vieni qui, bellezza. Paul, smettila. No! Sei carina quando sei dura e sgarbata. Stammi lontano o urlo! C’è la neve, ci sarà una valanga. Hai la febbre! State ferme, tutte e due! Apri la porta! Ho paura! Di me? Si. Perché? Non sei più tu. Voglio indietro il vecchio Paul. Oh, quel vegliardo? Non è un vegliardo. È forte e affidabile e mi protegge dalla gente come te! Voglio che lui sappia che Io amo, e che farà tutto quello che vuole. Riparerò il buco nel lucernario e la perdita nell’armadio Farà mettere la vasca, e Io porterà su per le scale la sera, per dimostrargli quanto Io amo! Sei matto, ti ammazzerai! Vieni giù! No! Sono matto! Come tutti gli altri in questa palazzina! Paul, non voglio che fai il matto. Vieni giù, ti prego! Non finché non Io dici di nuovo. Forte e chiaro. Qualunque cosa, Paul. Mio marito Mio marito Paul Bratter Paul Bratter Giovane avvocato in ascesa Giovane avvocato Giovane avvocato in ascesa! È uno sporco ubriaco puzzolente! È uno sporco ubriaco puzzolente. E Io amo! Anch’io ti amo, Corie. Anche quando non mi piacevi ti amavo. Allora, Paul, vuoi venire giù per favore! Non posso, non ora. Perché? Perché sto per sentirmi male. Oh, no! Oh, si. Non muoverti, vengo subito a prenderti. Lo faresti davvero? Perché mi sta prendendo il panico. Paul, sto arrivando, sto arrivando. Cosa? Cosa, Paul? Non mi lasciare. Paul, starai bene. Tieniti forte e stai calmo. Come? Che cosa devo fare? Che cosa deve fare? Che cosa deve fare? Canta! Canto? Canta più forte che puoi e non fermarti finché non arrivo. Mi prometti che canti? Te Io prometto. Ok, non fermarti. Ti amo, tesoro! Canta, Paul! Corie! Cosa, Paul? Che canzone devo cantare? “Shama Shama”. Shama? Cantala! Che succede? Non Io so. Stanno guardando lassù.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *