Radio Carpi

Ascolta Radio Carpi diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Mi scusi, chi e’ lei? Resti in macchina. Dentro il veicolo. Metta le mani sul volante. Aspetti. Mani sul volante, subito. Chi e’? Sono Lily Salgado. Dei Servizi Sociali. Ho un biglietto da visita nella mia borsa. Nel borsellino a unicorno. Certo. Allora, ovviamente, un’ottima prima impressione. Davvero, non e’ un problema. Gia’, non l’ho riconosciuta, ma ho chiamato il suo capo. E si’, insomma. e’ chi dice di essere, ovviamente. Quindi, di nuovo, mi scusi davvero tanto. Sul serio, e’ tutto ok. Sara’ un’ottima storia da “prima settimana di lavoro”. E’ la sua prima settimana? E’. Wow. E’ una bella cosa. Congratulazioni. Comunque, ho letto questo articolo su lei e. Piper, giusto? Si’. Incredibile. Davvero triste che i suoi genitori siano morti in un incidente. Gia’, e’ stata una tragedia. E poi lei che la porta a casa sua? Fantastico. Di solito pero’ non si fa esattamente cosi’, ovviamente. Beh, ero preoccupata. per la sua incolumita’. Lo sono tuttora. E lo rispetto, assolutamente. Ho pensato potessimo iniziare l’iter, aprire un fascicolo, ufficializzare il tutto e poi non mi vedra’ piu’. E qual e’ di preciso. l’iter? Controllo dei precedenti, controllo finanziario, tutta quella burocrazia. Dovro’ parlare con lei e la sua famiglia e, ovviamente, con Piper. Certo. Ovviamente, si’. La vedo un po’ agitata. E la capisco, ma. andra’ tutto bene. Anzi. non le ho ancora fatto la domanda piu’ importante. Ha intenzione di adottare Piper? Ho supposto che fosse cosi’. Mi scusi. Potrebbe essere qualcosa di lavoro, quindi. Torno. Pronto? Ho mandato una macchina a prenderla. L’autista e’ un bravo ragazzo. E’ al sicuro con lui. Vuole iniziare dicendomi con chi sto parlando? Richard Kindred. Immagino abbia molte domande da farmi. Qui trovera’ i migliori noodle di New York. Si sieda. Credo che siamo partiti con il piede sbagliato. La colpa e’ solo mia. Ho. davvero poca pazienza. E’ un mio punto debole. Ma ci sto lavorando. Non ci credo minimamente, signor Kindred. Sa, la mia famiglia viveva qui, dietro l’angolo. Ho lavorato proprio in questo ristorante, in cucina, come lavapiatti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *