Radio Buon Consiglio 103.7 FM

Ascolta Radio Buon Consiglio 103.7 FM diretta Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Aggiungi al tuo sito.

“Forse hai ragione. Forse sono formale e dignitoso. Forse saresti più felice con qualcuno più stravagante, come l’idiota. Farebbe più ridere di un matusa. Avevi detto che non Io ero. Lo sei adesso. Non starà ad ascoltarti. Devo essere in tribunale domattina. Dove stai andando? A dormire. Come puoi andare a dormire adesso? Buona notte, tesoro. Non puoi, stiamo litigando! Litiga tu. Quando hai finito spegni la luce. Cosi divento matta! Controlli anche le emozioni! No, sono arrabbiato quanto te, ma quando ho fame mangio, quando sono stanco dormo, e anche tu mangi e dormi. Non nel mezzo di una crisi! Quale crisi? Stiamo solo urlando. Non è una crisi? II nostro matrimonio è sospeso nell’incertezza. Davvero? Per quale motivo? Ho improvvisamente capito che non abbiamo niente in comune. Perché non voglio camminare scalzo nel parco? Non hai speranza. Non semplificare le cose. Sono arrabbiata, non capisci? Sono le .. Se vado a dormire dormirà cinque ore. Ti chiamo domani e litighiamo al telefono, va bene? Non dormirai! Rimani a litigare se vuoi salvare il nostro matrimonio! Se il nostro matrimonio dipende dal Pelmenchki non vale la pena. Adesso, cara, striscio nel nostro lettino e ti invito a unirti a me. Non vuoi discutere! Hai paura di discutere! Vigliacco! Porta un secchio, l’armadio sta gocciolando. Ti odio! Ti odio proprio tanto! Una cosa ho imparato in tribunale quando si è stanchi e arrabbiati si dicono cose di cui ci si pente. Io sono stanco e arrabbiato. E vigliacco! Forse hai ragione, forse non abbiamo niente in comune. Forse si dovrebbe fare più di un test del sangue. Forse la gente deve essere esaminata per buon senso e maturità emotiva! Va bene! Perché non te Io fai approvare dalla Corte Suprema?! Solo le coppie con un certificato di maturità emotiva possono sposarsi! Oh, ascolta Non mi toccare! Non mettermi le mani addosso! Non voglio essere nella stessa stanza con te! Che cos’hai? Sei isterica. Non è vero! So esattamente cosa sto dicendo, tra noi è finita. Non funzionerà mai. Scusa, non voglio piangere. Piangi, ti prego, continua. Non dirmi quando devo piangere! Piangerò quando mi va! E non finché tu rimani in questo appartamento! Che vuoi dire: “Finché rimani in questo appartamento”? Non penserai di continuare a vivere ancora qui?! Dopo questo?! Dici sul serio? Sicuro! Voglio il divorzio! Divorzio?! Non posso discutere ancora. Dove stai andando? A letto. Non puoi. Tu puoi. Quello era un litigio, questo è un divorzio. Non posso parlarti quando sei isterico. Voglio sapere perché vuoi il divorzio. Perché? Perché io e te non abbiamo assolutamente niente in comune. Niente in comune? Che ne dici dei sei giorni al Plaza? Sei giorni non fanno una settimana. Che vuol dire? Non Io so! Non Io so che vuol dire. So solo che voglio il divorzio. Non puoi parlare sul serio. Parli sul serio? Si. Parlo proprio sul serio. E inaudito. Credevo non volessi piangere. Invece si! Piangerò come non ho mai pianto in tutta la mia vita! Mi farà bene! Perché piangerò cosi tanto da tenerti sveglio tutta la notte! Buona notte, Paul cioè addio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *