Radio Bruno

Ascolta Radio Bruno diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Aggiungi al tuo sito.

Tutti quanti! Stiamo lavorando tutti per lo stesso scopo qui. E mi serve che vi calmiate e mettete via le mani dalle vostre armi. Guardate. Dillon, metti via la pistola. di decaffeinato, accidenti. Gesu’ Cristo. Tenga sotto controllo questi stronzi, signora. Stiamo facendo solo il nostro lavoro. Si’, quando ci siamo noi, il tuo lavoro e’ finito, stronzo. Evan, metti subito via la pistola! Va bene, tutti voi, venite alla mia sinistra. Forza. Nessuno dietro di me, capito? E’ chiaro, stronzo. Ragazzi, venite verso di me. Ognuno faccia un gran bel respiro, per favore. Vicesceriffo, abbassi l’arma. Non ha visto? Subito, o e’ in arresto, mi ha capito? Non ha visto. Ci accompagni al camper di Matt, adesso, . Si’, signora. Ben, mi ricevi? Ben, mi ricevi? Ben! E’ questo qui. Dormiva con qualcuno? Si’. Con me e Pete Mickens. Pete e’ qui ora? Si’, sta dormendo, aveva il turno di notte. Posso aiutarti? Si’, sto cercando il mio cavaliere dall’armatura lucente. Penso sia il suo camper. Beh, merda, sono a corto di armatura, sai. Oh, non m’importa. Non t’importa? Si’? Hai una vaga idea di quanto sia bello vederti? Una qualche idea? Oh, accidenti! Come sei arrivata? Non ho sentito arrivare la tua carrozza. Beh, la mia carrozza voleva prendere il volo delle a Lander. Cosi’, mi ha scaricato alla fine. Cos’hai fatto, hai camminato sulla neve, eh? Come Superwoman. Beh, penso che ne valga la pena. Pensi che ne valga la pena? Porta qui il tuo culo. Tipo la donna piu’ cattiva del pianeta. Lo sai questo? Dannazione. Che dici di New York? Odieresti New York, la odieresti. Ho fatto un mese intero la’ I piedi non toccano niente se non il cemento. Ok, che dici di Chicago? Merda, amore, e’ lo stesso di New York, solo piu’ fredda. Sai, piu’ criminalita’, se sei dentro a quelle cose. Pensi sia divertente? Va bene, e Los Angeles? Ehi, ascoltami, non dire mai piu’ quella parola davanti a me. Fa caldo la’. Si’, preferirei l’Iraq. L’Iraq e’ caldo. Ti dico una cosa, ne ho una. Ne ho una. Ero ricordo che ero di istanza in questo posto chiamato Point Mugu. E’ a circa un’ora a nord di L.A. E’ Natale, mi sveglio, sono da dolo, non ho nessuno. Ma la marina per Natale fa questi sketch idioti nella mensa, per quelli senza famiglia, e non volevo andare a quelle cazzate, cosi’ salgo sul mio furgone e scappo via. Mi ritrovo in questa piccola citta’ di montagna chiamata Ojai. Arrivo la’ ed era tipo, piena di frutta, di vigneti. Le montagne che la circondano, sai, proteggono la citta’. E le persone la’, sai, tutti sorridono agli altri, sai quando si salutano. Ricordo che pensai che avevano tutti questo sguardo negli occhi. Come se avessero una specie di segreto. Come se avessero capito tutto. E in mezzo alla citta’ c’e’ una missione spagnola. Stavano facendo la messa di Natale. Festeggiando il Natale con gradi e io andai, presi un arancio da un albero e sedetti in un panchina ascoltando il coro che cantava e mangiando il mio arancio. Si’. Non lo so, e’ il miglior Natale che ho mai avuto. Voglio vivere la’. Ok. Andiamo a vivere a Ojai. Ok. Si’. Che ore sono? Pensavo stessero in citta’ stanotte.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *