DMR italia

Ascolta DMR italia diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Tu che ne pensi? Siamo vecchi amici. Chiedimi un favore. Voglio tornare al braccio B. Tu puoi permetterti tutto. Sono al verde. Da qui non posso gestire i soldi. Mi aiuterai? Sembri uno della mia gente, Johnny. Ehi, Alfredo, non sembra uno dei nostri? Puoi farci qualcosa? Certo. E anche per Pauly. Sempre lo stesso, Johnny. Come sta Mike Carter? È strano che tu lo domandi. Lui è grato, ma vuole la sua parte. Dovrà aspettare. Come me. Quanto sei furbo, Johnny. Stai attento. Alfredo, dai a Johnny e ai suoi amici qualche . È un regalo. Grazie, Frank. Ciao. Ci vediamo a messa, Johnny. E ora? Come ha detto il nostro amico: “Aspettiamo”. Mi voleva? Sì, è riguardo Bannion e Saffron. Dottore, lei è al livello dei prigionieri. Io gestisco questa prigione. Bannion non è un problema. Altrimenti non sarebbe tornato. Quello è il mio giornale? Sì, signore. Sì, sig. Barrows. È a proposito di Bannion, signore. Ora che c’è? Ha saputo che Saffron. Sì. Bannion non vuole pagare il tabacco che gli ha dato Saffron. Ma non le ha pagate e sarebbe un affronto a Saffron. In altre circostanze, è quello che avremmo voluto. Potrebbero esserci molti problemi. Non ho personale, e loro lo sanno. Non abbiamo molta scelta. Sposta Bannion e gli altri al braccio B. C’è della confusione nel servizio postale, Barrows. Ponga rimedio. Sì, signore. Signore. Due per lei, signore. Bannion e Larkin. Venite qua, voi due. Tavolo numero . Aspettiamo. Forza, venite avanti! Sai, Pauly. Penso che mi prenderò le sue orecchie. Per attaccarle al muro. Tutto a posto, marinaio. Tutto a posto. Ce l’hai fatta, Johnny. Era solo questione di tempo. Come stai? Male, visto che ti vedo. Niente male, vero? Ecco. Ehi, Johnny. Barrows ti ha fatto un regalo. Cosa? Tu sei nella sua cella. Con O’Hara e Flan. Siete tutti e tre cattolici. Chi sono O’Hara e quell’altro? Due ragazzi inoffensivi con cui il mondo non è stato gentile. Un po’ ruvidi, ma con un cuore d’oro. Ti spaccano di botte, ma dopo gli dispiace tantissimo. Dove sono? Al tavolo seguente. Ti guardano. Perfetto. Sono loro. Pensano che la prigione sia sua. Ma è mia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *