Deliradio

Ascolta Deliradio diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

E non dimentichi che Quintanar è stato oltraggiato, non lei. Se ne vada da Vetusta e dimentichi la codardia. Non si tratta di codardia. Lei fa giustizia a sé stesso. Lei merita di morire per il suo tradimento. ed io le commuto la pena in un esilio. Va bene. Domani stesso prenderò il treno per Madrid. Ha la mia parola. Va bene, signor Magistral. non farò nessuna sciocchezza. Penserò a ciò che mi ha detto. e cercherò di armonizzare le esigenze dell’onore. con le richieste della religione. Ed ora se ne vada, per favore, se ne vada. So bene quale disprezzo prova la gente per un marito che perdona. La società è ingiusta con i tolleranti. Miserabile! Approfittare della mia amicizia. della debolezza di una donna malata. Non c’è perdono possibile. Si calmi! lo adesso devo andarmene, s’è fatto tardi. Le chiedo, come padre spirituale. quale credo di essere ancora. che se stanotte assistesse ad un’altra infamia. ossia: che se l’infame ignaro, tornasse anche stanotte. So che le sto chiedendo molto. ma un omicidio non ha scuse possibili agli occhi di Dio. Niente sangue! Nel nome di chi lo versò per noi sulla croce! È vero. stanotte tornerà. Non è così che rimanemmo d’accordo ieri, Victor. Potevi consultarmi prima di parlare con questo signore. Ronzal sarà un buon padrino. Non ne dubito. Ma non mi riferisco a questo Victor, tu lo sai bene. Questa decisione è un errore. Mesia m’ha promesso di partire oggi. Ed il mio onore? Lascia da parte l’onore, e pensa con la tua testa. Mesia ha paura, ha sempre avuto paura. Se ha paura, molto meglio. Non si deve rimandare né di un solo giorno! Dato che il mio disonore è pubblico, che lo sia anche la riparazione! E sarà terribile e rapida! Ma, se hai la febbre! Sei malato! Non importa. Molto meglio. Se voi non andate a sfidare quell’uomo. Mi alzerò e cercherò io stesso altri padrini. Vedremo se i fulmini o le saette mi fermeranno! Andiamo. Signori. Quindici passi, potendo avanzare ancora di tre. Spara prima l’offeso, poi avrà la sua opportunità l’offensore. Batterò tre volte le mani, e durante gli intervalli potranno mirare. Al momento del comando, dovranno sparare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *