BluRadio Veneto

Ascolta BluRadio Veneto diretta FM Online, radio streaming On air Qualità e trasmissione continua.

Già mi sono licenziata da loro. Il signor Mesia mi offrì lavoro nella locanda. ma io, preferisco restare senza lavoro. Verrai in questa casa, Petra. Ah, signore! Come posso. ripagare lei e sua madre per il favore che mi fate? Non lo faccio per te. Mi guidano interessi sacri. lo esaudirò i tuoi desideri se tu metterai, in maniera concreta, il tuo padrone davanti al fatto compiuto. Vediamo se nelle vene di questo signore. scorre sangue di uomo,. e se punisce i traditori come meritano. Farò ciò che mi ordina, Don Fermin. Ma come riuscirò a far vedere al padrone quello che stanno facendo? Glielo dico? Non oso, Don Fermin. È meglio che sia lui stesso a vedere ciò che stanno facendo. Sì? È la cosa migliore? Sì. E saprai farlo? Domani Don Victor e Frigilis escono alle per andare a caccia. Don Alvaro e la signora lo sanno. e prima che il signore si svegli, Mesia uscirà dalla finestra. Ma sei sposto un’ora in avanti la sveglia. Qualcuno avrà modito l’ora della sveglia! Ma chi è? È Alvaro! Miserabile! Dovevo ucciderlo! Lo ucciderò! Lo ucciderò! Le sette! Sono qui. Ciao! Sembra che ti sia svegliato presto. Andiamo. Non potrò mai ripagarle il favore che mi sta facendo, signora. Come potrà capire, sapendo ciò che questi due facevano al mio signore. non sarei potuta restare lì un minuto di più. Una maschera! Ecco quello che sei! L’ha mai vista così la signora Regenta? Cosa le accade? L’ho vista tutto il giorno triste, preoccupato. che succede? Sono un vecchio, Tomas. un vecchio. Ma cosa dice adesso? Su, Victor, non dica sciocchezze! No, non sono sciocchezze. ma non mi era mai successa una cosa simile. Il mio temperamento mi ingannava, fingendo una gioventù senza fine. ma la disgrazia stinge come uno scroscio. la canizie dello spirito. Che disgrazia? Quale canizie? Non la capisco. Posso darle del tu, Tomàs? Ana mi tradisce. L’ho visto con i miei occhi. No, non dica niente. Non c’è consolazione possibile. Alvaro Mesia entra di notte nella sua alcova. Tu lo sapevi? Che faccio adesso, Tomas? Che faccio adesso? Se potessi fermare il tempo. Ma il tempo non si ferma. Ed io devo fare qualcosa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *